BRESSANONE / BRIXEN

La città è capofila del Progetto Alpstar 

La realizzazione di un sistema di teleriscaldamentoalpstar e la recente installazione di un impianto a biomasse Bressanone ha già ridotto significativamente le emissioni di CO2 . L’azione pilota che ha coinvolto Bressanone nell’ambito del progetto Alpistar (toward carbon neutral Alps – make best practice minimum standard) ha riguardato l’elaborazione di un “Energy Concept” in grado di valutare la fattibilità di un piano d’azione con lo scopo di coprire il 100% del fabbisogno energetico, escludendo compensazioni fossili. Uno studio condotto nell’ambito del progetto Alpstar ha il compito di valutare la possibilità di coprire il 100% del fabbisogno energetico attraverso fonti rinnovabili. Il progetto Alpstar è l’occasione per individuare diverse modalità per raggiungere la neutralità climatica nelle Alpi.

ALPSTAR ha dimostrato come le azioni intraprese verso il raggiungimento della neutralità climatica nelle Alpi promuova le innovazioni , aumenti i benefici economici e migliori la qualità di vita. Secondo il Rapporto di Legambiente pubblicato nel 2013, 19 comuni della provincia di Bolzano sono riusciti a coprire già totalmente la loro domanda di energia elettrica e termica utilizzando fonti di energia rinnovabile.
Per maggiori informazioni, visitate www.alpstar-project.eu

Il risparmio energetico parte dalla vita quotidiana con “SPIRIT”
logo_casa-300x300Secondo quanto riportato da un recente studio effettuato in Austria più del 10% della popolazione austriaa soffre di povertà energetica e per questo il loro consumo di energia è più elevato di quanto possano permettersi con il loro reddito. La situazione in Alto Adige non si discosta di molto

Prendendo atto delle nozioni pubblicate dal rapporto austriaco, il comune di Bressanone ha presentato nel gennaio 2015 il progetto “Spirit” che mira alla formazione di una cinquantina di consulenti volontari per il risparmio energetico.

Dopo il periodo di formazione gli “Energy Checker” supportati dagli esperti dell’associazione senza fini di lucro Alto Adige, faranno visita alle famiglie fornendo suggerimenti per un risparmio energetico quotidiano dall’illuminazione, agli elettrodomestici in stand-by, dal riscaldamento al consumo idrico. Le famiglie riceveranno anche un kit con strumenti pratici per la riduzione del consumo di energia in casa. 

Il progetto “Spirit”, realizzato dall’Ecoistituto Alto Adige nell’ambito del programma comunitario Intelligent Energy in collaborazione con la Caritas ed il Centro Tutela Consumatori Utenti e con il sostegno della Provincia di Bolzano è partito fine gennaio 2015 a Bressanone con il coinvolgimento del Comune di Bressanone, di ASM Bressanone Spa e della Casa della Solidarietà.
Per approfondimenti, visitate www.asmb.it

Con Città di Castello per Olly: il nuovo servizio di raccolta degli oli alimentari 
oeliI comuni di Bressanone e Città di Castello utilizzano il nuovo servizio di raccolta differenziata degli oli alimentari esausti di provenienza domestica. Con un’esperienza decennale, il servizio si chiama Olly è completamente gratuito ed è promosso da Eco.Energia insieme a Comuni e aziende private.

Sono ASM di Bressanone e Sogepu di Città di Castello a gestire il servizio che si rivolge ad utenze domestiche e produttive. L’acquisto della tessera Olly che permette al cittadino l’utilizzo di appositi contenitori che verranno ritirati in base ad un programma di raccolta personalizzato e tarato sull’effettiva produzione di questo rifiuto da parte di ciascun cliente.

L’olio alimentare scaricato nelle fognature provoca gravi danni agli impianti e alla rete fognaria e di conseguenza questo provoca maggiori costi a carico della cittadinanza. Attraverso il nuovo servizio, Eco.Energia recupera l’olio gratuitamente trasformandolo in biodisel ed energia elettrica da fonte rinnovabile.
Per approfondimenti, visitare www.asmb.it