L’Alleanza per il Clima giuridicamente è un’associazione tedesca denominata “Klima-Bündnis/Alianza del Clima e.V.” (e.V. – eingetragener Verein, associazione registrata) senza scopo di lucro con sede a Froncoforte sul Meno, Germania. Membri ordinari dell’Alleanza per il Clima sono i Comuni europei e i Popoli indigeni dell’Amazzonia (vedi Presentazione Alleanza per il Clima e Statuto dell’Associazione). I Comuni europei aderiscono tramite una delibera del consiglio o della giunta comunale (vedi bozza delibera di adesione).

Regioni, Province, Enti privati e non, possono invece aderire come membri associati.

“Aderire” significa per i Comuni europei:
sottoscrivere il Manifesto (vedi Manifesto), la Dichiarazione del 2000 (vedi Dichiarazione) e gli Intenti del 2006 (vedi Intenti 2006) che integrano e specificano il Manifesto del 1990 e prendere l’impegno di spesa per la quota annuale che ammonta a Euro 0,0073 per abitante/anno, con un contributo minimo di Euro 220,00.

L’adesione dei membri associati avviene sempre attraverso delibera del rispettivo consiglio, giunta o consiglio di amministrazione. La quota annuale di associazione viene stabilita in accordo tra l’ente e la presidenza dell’associazione.

L’adesione va comunicata, attraverso invio della delibera, all’Alleanza per il Clima Italia onlus con sede in Via G. Marconi 8, 06012 Città di Castello – Perugia. La sede italiana provvede a segnalere l’adesione al coordinamento europeo di Francoforte sul Meno che a sua volta la sottopone all’approvazione della presidenza.

All’accettazione, ai nuovi membri viene inviato un documento per il pagamento della quota associativa annuale.

Stessa procedura di accettazione vale per i membri associati.

L’impegno dei Comuni per la salvaguardia del clima si attua nelle misure concrete sul territorio comunale per la riduzione delle emissioni di gas serra, l’eliminazione dell’uso dei cfc (cluoroflorocarburi), il boicotaggio dei legni tropicali e un sostegno concreto ai popoli indigeni delle foreste pluviali.

Le misure sul territorio per la riduzione delle emissioni gas di serra dipendono dalle condizioni concrete del comune, dallo stato attuale, dalle risorse finanziarie ed intellettuali, dalle priorità politiche ed economiche. I “Dieci Passi” presentano una sequenza ideale di attività da intraprendere. Per i Comuni più grandi sicuramente conviene seguire questo metodo dell’Alleanza per il Clima. Per quelli medio-piccoli sembra più utile impegnare le risorse limitate in misure cosiddette “robuste” che sono di sicuro valore e che si trovano nel catalogo di misure dell’Alleanza per il Clima.

I Comuni dell’Alleanza per il Clima in Italia si radunano annualmente nell’assemblea nazionale, mentre l’assemblea dell’associazione “Klima Bündnis, Alianza del Clima e.V.” si svolge ogni anno in una diversa città europea.

Fonti d’informazione e mezzi di comunicazione per i membri sono la newsletter del coordinamento in Italia e il suo sito internet oltre al sito europeo (www.climatealliance.org).

Potete scaricare di seguito la bozza di delibera di adesione e altri i documenti utili.