1111111

CITTA’ DI CASTELLO

È arrivato Olly: il nuovo servizio di raccolta degli oli alimentari 

logo_CdCAnche Città di Castello utilizza il nuovo servizio di raccolta differenziata degli oli alimentari esausti di provenienza domestica. Con un’esperienza decennale, il servizio si chiama Olly è completamente gratuito ed è promosso da Eco.Energia insieme a Comuni e aziende private.

oeliSono ASM di Bressanone e Sogepu di Città di Castello a gestire il servizio che si rivolge ad utenze domestiche e produttive. L’acquisto della tessera Olly che permette al cittadino l’utilizzo di appositi contenitori che verranno ritirati in base ad un programma di raccolta personalizzato e tarato sull’effettiva produzione di questo rifiuto da parte di ciascun cliente.

L’olio alimentare scaricato nelle fognature provoca gravi danni agli impianti e alla rete fognaria e di conseguenza questo provoca maggiori costi a carico della cittadinanza. Attraverso il nuovo servizio, Eco.Energia recupera l’olio gratuitamente trasformandolo in biodisel ed energia elettrica da fonte rinnovabile.
Per approfondimenti, visitare www.asmb.it

Una nuova illuminazione per Citttà di Castello 

Notturno-in-Citta-di-Castello-a24815073Molti comuni oggi si stanno confrontando con interventi di riqualificazione sull’illuminazione pubblica. Garantire un grado di sicurezza abbastanza alto per i cittadini che si muovono a piedi ma anche in bicicletta o in automobile, accrescendo  anche il decoro della  città attraverso il posizionamento di punti luce moderni, sicuri e con un consumo energetico ridotto. In questo dedicato ambito, il comune di Città di Castello, ha riqualificato gran parte dell’impianto illuminotecnico delle antiche mura della città, e la metà dei punti luce nel centro storico.

L’effetto è stato non solo un risparmio energetico del 64% (ovviamente sui punti luce oggetto dell’intervento e non sulla totalità) ma anche un miglioramento del servizio con una luce bianca più vicina alla luce solare.

L’abbassamento del consumo energetico di quasi due terzi è stato possibile non solo attraverso l’istallazione di lampade a basso consumo ma anche attraverso un sistema intelligente di tele gestione che permette di accendere, abbassare e spegnere in modo separato ogni singolo punto luce, ma che segnala anche ogni malfunzionamento, permettendo di intervenire in modo rapido, oltretutto tale sistema è già predisposto per essere dotato di sistemi intelligenti, quali videosorveglianza, telesoccorso, controllo accessi, wifi ecc.

Si attende dunque una buona qualità della luce ma anche un sistema illuministico molto accattivante delle mura storiche e delle piazze del centro storico,  incluso il Duomo oggetto dei prossimi interventi (già realizzato – oltre al duomo è stata realizzata pure la nuova illuminazione della Torre Civica con sistema a LED RGB wite (sistema che per mezzo di una centralina può cambiare colori o fissi o alternati a secondo del programma che si imposta) oltre a ciò è in atto in questo momento il rifacimento dell’illuminazione dell’atrio medievale del palazzo comunale, nel merito verranno installati dei proiettori a LED e restaurate le 5 lanterne storiche ivi presenti ed adattate con tecnologia LED (questo ultimo intervento sarà eseguito tramite ENEL Sole, società che gestisce la pubblica illuminazione, dalla ditta NERI, stessa ditta che circa due anni fa ha effettuato il restauro dei due candelabri posti all’ingresso del palazzo comunale).

Nell’ambito dell’Agenda Urbana della Commissione europea, Città di Castello renderà l’altra metà dei punti luce del centro storico “intelligenti”, attrezzando inoltre una parte con istallazioni wifi e impianti di video sorveglianza sia sui punti luce già predisposti per tale servizio che su tutte le altre zone.
Per maggiori informazioni, visitare 
www.regione.umbria.it