CITTA’ METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE

La Community del Patto dei Sindaci

logo_patto_sindaciLa Città metropolitana di Roma Capitale sostiene sulla base del proprio PAES attualmente 44 dei 121 Comuni del suo territorio – numero in crescita – che hanno aderito al Patto dei Sindaci. Per sostenere i Comuni a rispondere agli impegni presi nell’ambito del Patto dei Sindaci, la Città metropolitana ha creato la “Community Covenant of Mayors della Provincia di Roma”. Il processo di implementazione dei Piani di Azione mette la lotta contro i cambiamenti climatici in una prospettiva di sviluppo sostenibile territoriale. Nell’insieme di attività proprie, coinvolgimento degli stakeholder e supporto dei Comuni attivi del territorio, la Città metropolitana di Roma Capitale offre un esempio eccellente di governance innovativa. Questo processo di governance viene sostenuto da un sito internet dedicato con informazione aggiornate su finanziamenti, iniziative nazionali e internazionali ed esempi di best practice.
Sito dedicato al Patto dei Sindaci

Le misure per l’implementazione dei PAES

SEAP ICAS LogoLa Città metropolitana di Roma Capitale, dal 2009 Coordinatore Territoriale del Patto dei Sindaci, ha presentato nel 2011 un proprio Piano di Azione per l’Energia Sostenibile con l’obiettivo di ridurre del 20% le emissioni di CO2 del settore del trasporto, residenziale e industriale, rispetto a 20 milioni di tonnellate registrate nel 1997, anno scelto come base. Le proprie attività comprendono un ampio spettro di misure: 4 milioni di euro per promuovere l’efficienza energetica tra Comuni ed imprese private, impianti fotovoltaici su 301 tetti scolastici finanziati attraverso il project financing con un costo complessivo di investimento di circa 24 milioni di euro, un programma ambizioso di acquisti verdi e un sistema capillare di raccolta differenziata “Porta a Porta” con circa 27 milioni di euro per 69 Comuni per una popolazione complessivamente coinvolta, cui sarà esteso gradualmente il servizio, di circa 925.000 abitanti.

Le linee guida del nuovo Piano urbanistico territoriale

Nell’estate 2012 sono state presentate le nuove linee guida provinciali per la redazione dei regolamenti edilizi comunali, redatte sulla base del Piano Territoriale Provinciale generale approvato nel 2010, che prevedono alcuni importanti interventi in favore della Bio-edilizia, dei tetti verdi, del risparmio idrico, dell’utilizzo del fotovoltaico e del ricorso alle fonti rinnovabili. “I Comuni, compreso quello di Roma dovranno tenere conto di queste indicazioni nella redazione dei loro regolamenti edilizi comunali e poi, entro 47 giorni, la Città metropoltana dovrà produrre le controdeduzioni necessarie ad approvarli definitivamente. Queste linee guida si applicheranno agli edifici nuovi in costruzione ed a quelli destinati alla demolizione e ricostruzione oltre agli spazi pubblici per avere un arredo urbano e pavimentazioni di un certo tipo”.