Sommario

Lancio della presidenza del Patto dei Sindaci europeo
Conferenza internazionale di Alleanza per il Clima
Le popolazioni indigene di Shuar minacciate dalle attività estrattive in Ecuador
Progetto SUPPORT – Interreg Europe
Progetto ENERJ – Interreg MED
Le statistiche comunitarie in materia di energia, trasporti e ambiente
10° vertice bici austriaco 18/19 maggio 2017 a Wörgl, Tirolo

 

Lancio della presidenza del Patto dei Sindaci europeo

Alleanza per il Clima nomina la Provincia di Barcellona a far parte di questo gruppo di nuova costituzione

Il 10 febbraio il Patto dei Sindaci europeo ha nominato il suo nuovo consiglio politico, che fornirà alle città e alle regioni l’opportunità di contribuire all’orientamento strategico dell’iniziativa e alle politiche dell’UE. Il Presidente della Provincia di Barcellona, Mercè Conesa i Pagès, è stato nominato da Alleanza per il Clima come uno dei sette membri del consiglio, che sarà in dialogo diretto con le istituzioni europee per soddisfare nel modo migliore le esigenze e le aspettative degli enti locali e territoriali. Il consiglio è composto dai sindaci e dai rappresentati eletti a livello locale e regionale di tutta l’UE.
“Posso parlare per esperienza quando dico che la cooperazione tra i firmatari del patto e le loro province e regioni, ma anche con il livello nazionale e europeo per un obiettivo comune è uno dei fattori di successo del Patto”, ha spiegato Mercè Conesa i Pagès, che, oltre al suo ruolo di Presidente della Provincia di Barcellona, è anche sindaco di San Cugat del Valles, Spagna. La Provincia di Barcellona, membro di Alleanza per Il Clima dal 2010 e primo coordinatore territoriale del Patto, ora sta fornendo assistenza tecnica e finanziaria a più di 200 comuni impegnati nell’iniziativa nella provincia.
“Il Patto dei sindaci dell’UE è sicuramente una delle più importanti storie di successo in Europa,” ha affermato Maroš Šefčovič, vicepresidente della Commissione europea. “Mai prima d’ora così tante città hanno unito le forze, desiderose di ispirarsi a vicenda, impegnandosi a intraprendere collettivamente un percorso per un futuro a basse emissioni di carbonio. “In questa prima riunione del consiglio, tenutasi a Bruxelles, hanno partecipato Šefčovič, nonché l’ex segretario esecutivo dell’UNFCCC Christiana Figueres e altri importanti rappresentanti delle istituzioni UE.

 

LConferenza internazionale di Alleanza per il Clima

20 – 23 Settembre 2017 a Essen, Germania
Save the date!
La conferenza annuale europea di Alleanza per il Clima si svolgerà nel 2017 ad Essen in Germania.
La Commissione europea ha aggiudicato al “nostro” luogo di incontro Essen il premio “Capitale verde europea 2017″, Essen è quindi ufficialmente un modello di successo per la trasformazione di una città del carbone e dell’acciaio in un comune verde nella regione della Renania Settentrionale Westfalia.
Il programma è in elaborazione. Intanto mettere la data sull’agenda!

 

Le popolazioni indigene di Shuar minacciate dalle attività estrattive in Ecuador

La COICA, organizzazione partner chiave di Climate Alliance nella regione amazzonica, chiede un dialogo e un’immediata soluzione pacifica alle atrocità in corso nella provincia ecuadoriana di Morona Santiago. Nel frattempo, anche i Relatori speciali delle Nazioni Unite criticano le misure repressive del governo ecuadoriano contro i rappresentanti indigeni e Ong. Dalla fine del 2016, si è intensificato un conflitto tra il popolo indigeno Shuar e la società mineraria Explorcobres del governo ecuadoriano. La gente della regione, che ora è occupata da polizia e militari, ha visto gli attacchi violenti, spostamenti e imprigionamenti. Acción Ecológica un’organizzazione partner di Climate Alliance che sostiene la Shuar, è stata minacciata di chiusura alla fine dell’anno 2016. Nel mese di gennaio 2017, i funzionari del governo hanno confiscato attrezzature dalla stazione radio Shuar ed esteso lo stato di emergenza in atto per altri 30 giorni. COICA (Coordinamento delle Organizzazioni Indigene del bacino amazzonico) e CONAIE (Alleanza delle Nazionalità Indigene dell’Ecuador) esprimono la loro forte preoccupazione per gli sviluppi nella provincia di Morona Santiago, chiedendo al governo ecuadoriano la smilitarizzazione e la sospensione dello stato di emergenza nella regione. All’inizio del mese di marzo 2017, il Segretariato Europeo e Alleanza per il Clima Lussemburgo effettueranno una visita delegazione in Ecuador.
Per ulteriori informazioni, si prega di contattare Silke Lunnebach (s.lunnebach@climatealliance.org).
overdeveloped.eu (in inglese)

 

Progetto SUPPORT – Interreg Europe

La mancanza di fondi, ostacoli nell’organizzare strategie finanziarie, scarsa integrazione delle politiche energetiche, scarsa partecipazione del settore privato: questi sono alcuni dei motivi per cui, nonostante il sostegno dell’UE per le autorità locali, dopo l’adozione del pacchetto clima-energia nel quadro del Patto dei Sindaci, i piani locali di efficienza energetica non hanno prodotto risultati efficaci, soprattutto nel patrimonio edilizio delle amministrazioni.
SUPPORT – co-finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale – affronta le difficoltà incontrate da molte città e regioni dei Paesi partner nella realizzazione di politiche energetiche sostenibili, migliorando il coordinamento e le prestazioni delle politiche di attuazione dei programmi nazionali e regionali per l’efficienza energetica a livello locale. Alleanza per il Clima Italia svolgerà il ruolo di advisory partner, offrirà quindi assistenza e consulenza tecnica tramite un’attività di tutoraggio nei confronti degli altri partner nelle varie fasi del progetto, con particolare riguardo al coinvolgimento degli stakeholder sul tema dell’efficienza energetica. L’obiettivo generale di SUPPORT è di migliorare la qualità operativa nell’utilizzo dei fondi FESR diretti verso le amministrazioni locali per le strategie integrate di riduzione della CO2, per attuare strategie integrate sostenibili di energia.
sito web del progetto SUPPORT

 

Progetto ENERJ – Interreg MED

Alleanza per il Clima sarà responsabile per la comunicazione del progetto ENERJ nel programma Interreg MED e co-finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale. Il progetto mira a rafforzare e migliorare il coordinamento dei PAES e di altri rilevanti piani di efficienza energetica, al fine di raggiungere il risparmio energetico e gli obiettivi nazionali in materia di efficienza energetica degli edifici pubblici. Obiettivo principale del progetto sarà sviluppare e testare una metodologia tecnologicamente orientata e che si concentra sul rafforzamento della cooperazione tra le autorità pubbliche attraverso azioni comuni.
La metodologia del progetto si basa su un approccio collettivo locale e internazionale, che consentirà la progettazione di PAES su larga scala attraverso azioni comuni. Mediante una piattaforma on-line, ENERJ rafforzerà la collaborazione per il raggiungimento degli obiettivi comuni del PAES. La piattaforma ospiterà un database per la raccolta dei dati relativi ai piani energetici del PAES e le misure di efficienza energetica che sono state attuate con successo in UE e in particolare nei paesi mediterranei. Il consorzio consiste di 11 partner da 8 paesi. Il progetto è stato avviato in gennaio a Roma e andrà avanti fino all’aprile del 2019.

 

Le statistiche comunitarie in materia di energia, trasporti e ambiente

In una recente pubblicazione l’Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea, elenca gli indicatori per l’Unione europea e per gli Stati membri dell’UE, nonché per i paesi candidati e dei paesi EFTA. Esso fornisce una panoramica degli indicatori più rilevanti in materia di energia, trasporti e ambiente, rispondendo alle domande, come il mix energetico di un paese è paragonabile a quella degli altri Stati membri, qual è la quota delle energie rinnovabili nel mix energetico dell’UE e in che modo è efficiente il consumo energetico nell’UE?
Energy, transport and environment indicators (pdf)

 

10° vertice bici austriaco 18/19 maggio 2017 a Wörgl, Tirolo

Il 18/19 maggio si svolgerà a Wörgl, Tirolo il 10° vertice bici austriaco con presentazioni nazionali ed internazionali, un attraente programma quadro e numerose occasioni per discussioni e prendere contatto. Si svolgerà tra l’altro anche festaggiando i 200 anni della bicicletta alla Berger Logistik srl, vicino alla stazione.
Gli organizzatori sono la Regione Tirolo, l’azienda municipalizzata di Wörgl e l’Alleanza per il Clima Tirolo con il supporto di klimaaktiv mobil e in cooperazione con l’Associazione nazionale comuni austriaci, Convenzione delle Alpi e Alleanza per il Clima Italia. Il Comune di Wörgl, membro di Alleanza per il Clima, ha adottato l’obiettivo ambizioso di autarchia energetica entro il 2025. Le forme sostenibili di mobilità ne sono una parte integrale e il vertice bici un segnale forte di impegno per la svolta di mobilità nell’area alpina e oltre. Le iscrizioni saranno aperte in marzo.
Per ulteriori informazioni: Alleanza per il Clima Italia, 075.855.4321