Sommario 

Cosa rende diversi i comuni dell’Alleanza per il clima?
Approvato il progetto del Bosco Urbano a Modena
Programma di gemellaggio del Patto dei Sindaci
Il coordinatore regionale COICA avvia i colloqui strategici con Climate Alliance
La campagna City Cycling: c’è tempo fino al 30 settembre per iscriversi!
San Benedetto del Tronto, una città a rifiuti zero
Edizione 2018 del Premio d’eccellenza “Verso un’economia circolare”
Colloqui di Dobbiaco 2018 – Che fine ha fatto l’era solare?
Conferenza internazionale di Alleanza per il Clima 2018

In primo piano

Cosa rende diversi i Comuni dell’Alleanza per il clima?

La decisione dei primi enti locali in Germania, Austria e Italia di aderire agli inizi degli anni novanta all’Alleanza per il Clima, era motivata principalmente dalla preoccupazione per la minaccia dei cambiamenti climatici. Attraverso l’adesione a quella che era in assoluto la prima rete di città che puntava alla riduzione dei gas serra come un importante obiettivo dell’agire locale, i membri volevano dare l’esempio e rafforzarsi reciprocamente per contribuire alla soluzione del problema globale. Continua a leggere l’articolo a questo link.

Approvato il progetto del Bosco Urbano a Modena

Piantumazione di circa 8 mila piante tra alto e basso fusto per aumentare la qualità di vita nell’area e schermarne la viabilità. Essenze arboree autoctone tipiche da forestazione che si alterneranno ad altre specie e che consentiranno di graduare le tonalità di colore nelle diverse stagioni. Il tutto corredato da un impianto d’irrigazione sia interrato che fuori terra che attingerà l’acqua di irrigazione da un pozzo comunale di nuova costruzione a servizio del comparto. È quanto prevede il progetto esecutivo di rimboschimento e forestazione approvato dalla Giunta comunale di Modena per il nuovo comparto residenziale che sorgerà nell’area di Vaciglio Morane. L’obiettivo del progetto è quello di migliorare la qualità ecologica della zona che si affaccia sulla Nuova Estense in prossimità di Vaciglio, aumentandone la biodiversità e la capacità di fornire servizi ecosistemici. L’inserimento del bosco urbano in quella zona, contribuisce a disegnare la trama del paesaggio di margine, configurandosi quale connessione ecologica e percettiva tra il bosco urbano esistente e il territorio rurale.

Programma di gemellaggio del Patto dei Sindaci

Il programma di gemellaggio del Patto dei Sindaci offre a città, regioni e province di tutta Europa, l’opportunità di prendere parte a scambi di gemellaggi per aumentare le competenze delle autorità locali in materia di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici. I membri di Climate Alliance, le città di Ghent e Albertslund, hanno partecipato con successo all’inizio del 2018. Questo nuovo invito consente alle autorità locali e territoriali europee di partecipare a due tipi di scambi: mentoring e peer-to-peer. Tutti i comuni, indipendentemente dalle dimensioni, sono incoraggiati a partecipare come mentori. Coloro che lo faranno per la prima volta, potranno prendere parte a un seminario di soli mentori. Scadenza 14 settembre 2018. Per ulteriori informazioni visitare la pagina dedicata a questo link.

News da Alleanza per il Clima

Il Coordinatore generale COICA avvia i colloqui strategici con Climate Alliance

Il 22 giugno, COICA, l’organizzazione indigena per la regione amazzonica, ha eletto un nuovo consiglio di coordinatori. Climate Alliance ha tenuto i suoi primi colloqui strategici con il nuovo coordinatore generale della COICA, José Gregorio Mirabal del Venezuela, poco dopo le elezioni a Macapá, in Brasile. “Il rapporto che Climate Alliance e COICA hanno goduto negli ultimi 30 anni è unico – una partnership basata sul contenuto di due organizzazioni su un piano di parità”, spiega Thomas Brose, direttore esecutivo di Climate Alliance. Mirabal e il suo nuovo vice sono ora affiancati da altri sette rappresentanti che serviranno l’organizzazione fino al giugno del 2022 nelle varie aree tematiche; Eider José Perafan Ramirez come nuovo coordinatore di COICA per i cambiamenti climatici e la biodiversità. Lopez si candiderà per la vicepresidenza di Climate Alliance all’assemblea generale 2018 a Barcellona in ottobre. Una significativa delegazione COICA si unirà a lui a Connecting Cities per coordinare la futura cooperazione tra le due organizzazioni.

La campagna CITY CYCLING: c’è tempo fino al 30 settembre per iscriversi!

Dal 2008, CITY CYCLING ha invitato politici e cittadini a pedalare nelle loro città, per promuovere il ciclismo e sostenere azioni per il clima. I comuni partecipanti scelgono 21 giorni consecutivi tra il 1° maggio e il 30 settembre durante i quali la campagna deve essere implementata. Tutti i comuni di tutto il mondo – che siano paesi, città o regioni, sono invitati a partecipare alla campagna CITY CYCLING. I comuni partecipanti sono liberi di scegliere il periodo esatto della campagna. Alla fine della stagione, i chilometri percorsi vengono conteggiati e premiati i migliori comuni in tre diverse categorie. Questa campagna è un modo unico per promuovere la mobilità sostenibile, poiché raggiunge direttamente i politici, incoraggiandoli a sperimentare in prima persona la rete ciclabile locale. Con la sua piattaforma di reporting integrata RADAR! CITY CYCLING consente anche ai residenti di attirare l’attenzione su infrastrutture problematiche o carenti, fornendo in tal modo alle autorità locali, uno strumento combinato di comunicazione, pianificazione e partecipazione dei cittadini. La campagna ha vinto il Premio europeo per l’energia sostenibile per l’UE nel 2011 e il National Energy Globe Award in Germania nel 2015. Vuoi saperne di più? Contattare André Muno a.muno@climatealliance.org o visitare il sito dedicato all’iniziativa a questo link.

Dai membri

San Benedetto del Tronto, una città a rifiuti zero

Per una San Benedetto a “rifiuti zero”, è stato istituito un tavolo di coordinamento comunale per il decoro urbano. Per chi trasgredisce le regole del corretto conferimento dei rifiuti infatti, si affiancheranno due sistemi di intervento: le foto-trappole e gli appostamenti in borghese. Per le prime è stata approvata una convenzione con la Guardia Nazionale Ambientale che si occuperà del controllo delle foto scattate, per i secondi è stata disposta una zonizzazione del territorio con un calendario dei turni di controllo in borghese da parte della Polizia Municipale. Nei prossimi giorni inoltre, verranno selezionati anche due “eco-facilitatori” che affiancheranno gli agenti di Polizia Locale per contrastare in modo durissimo un fenomeno che rischia di ledere l’immagine della città.

Iniziative ed eventi in programma

Edizione 2018 del Premio d’eccellenza “Verso un’economia circolare”

Il premio “Verso un’economia circolare” vuole sottolineare l’importanza del riciclo/riuso, dello scambio di risorse e della condivisione dei processi produttivi, al fine di favorire percorsi verso sistemi eco-industriali che limitino al massimo i sottoprodotti non utilizzati, il loro smaltimento e la conseguente dispersione nell’ambiente. I destinatari del premio sono: Enti locali e Aziende che, negli anni 2016-2018 abbiano realizzato, avviato, o anche solo approvato ed autorizzato, interventi di diminuzione dei rifiuti e di uso efficiente dei materiali di scarto. Si può partecipare fino al 28 settembre 2018. Maggiori dettagli sul progetto e sul premio a questo link.

Colloqui di Dobbiaco 2018 – Che fine ha fatto l’Era Solare?

28 – 30 settembre 2018 | Dobbiaco
L’uscita dal carbonio e la transizione verso l’Era Solare è da tempo al centro di conferenze internazionali, impegni e prese di posizioni dei governi di (quasi) tutto il mondo. Eppure, mai come in questi ultimi anni è cresciuto il divario tra realtà e retorica, con le emissioni globali di CO2 che nel 2017 hanno raggiunto il loro picco e, tanto per rimanere con un esempio in Europa, la rinuncia del governo tedesco al raggiungimento degli obiettivi climatici del 2020 (ovvero la riduzione delle emissioni del 40%). Che fine ha fatto dunque l’Era Solare? Se ne parlerà quest’anno ai Colloqui di Dobbiaco, laboratorio d’idee per una svolta ecologica che torna dal 28 al 30 settembre nella cittadina altoatesina.
Programma completo
Info per iscrizione e partecipazione

Conferenza internazionale di Alleanza per il Clima 2018

1 – 3 ottobre 2018 | Barcellona, Spagna
Connecting Cities: soluzioni locali per sfide globali
Siamo sempre più interconnessi. Sfruttare pienamente questo fatto nelle nostre città ci aiuterà ad affrontare una serie di sfide urgenti. Insieme, possiamo meglio scollegare i nostri sistemi di produzione e consumo dall’esaurimento delle risorse naturali, affrontando al contempo i cambiamenti climatici, rafforzando la resilienza, allentando le tensioni sociali e riducendo l’instabilità finanziaria. Le nostre città stanno già collaborando alla creazione di soluzioni per queste sfide. Ogni giorno, le autorità locali stanno implementando approcci innovativi alla governance che facilitano nuove coalizioni e reti per società più giuste, sostenibili e resilienti. Connecting Cities rafforza gli approcci di rete alle sfide globali collegando le autorità locali e regionali di tutta Europa. Insieme, possiamo trasformare le sfide in soluzioni! Per informazioni sul programma e per iscriversi visitare la pagina dedicata a questo link.

Leave a reply