Workshop: Procedure e opportunità del comprare verde

Nell’ambito del progetto PRO-EE
Perugia, 24 febbraio 2010
Alleanza per il Clima Italia in collaborazione con Regione Umbria

 

LO STATO DELL’ARTE E LA SITUAZIONE NORMATIVA

La prima parte del seminario parte dal presupposto che oggi negli enti pubblici esiste una diffusa sensibilità e disponibilità a favore dell’acquisto di beni e servizi ecocompatibili.
Esiste la buona volontà, ma prevalgono ancora le insicurezze su come inserire i criteri ambientali negli appalti, le paure che i prodotti e servizi più ecologici costino di più e i dubbi sulla loro performance in paragone ai prodotti convenzionali.
In una mattinata dall’impostazione operativa è stato presentato il quadro normativo partendo dalla L.R. n° 18/08 ma più che altro si sono discusse esperienze e suggerimenti per rispondere alla legislazione europea e regionale di arrivare e superare il 30% di acquisti verdi.

ASPETTI PRATICI E SUGGERIMENTI PER L’INTRODUZIONE DI CRITERI AMBIENTALI NEGLI ACQUISTI

La seconda parte del seminario, ha presentato in una prospettiva applicativa aspetti pratici e suggerimenti per inserire criteri ambientali nei bandi, nei capitolati e nelle gare d’appalto.
L’esperienza europea, come quella italiana, ha verificato come una delle barriere per una larga diffusione degli acquisti più ecologici di beni e servizi la mancanza di know-how degli enti pubblici sulle caratteristiche dei prodotti ecocompatibili e sulla corretta impostazione degli appalti. Il pomeriggio ha presentato una sintesi comprensiva dei criteri ecologici per i principali gruppi di prodotti e servizi e mostrato come inserirli in modo corretto negli appalti pubblici.

Scarica il programma e le presentazioni del worshop:

Programma.pdf
Abbati.pdf
Burzigotti.pdf
Ciarabelli.pdf
Monsignori.pdf
Zara.pdf