1111111

La protezione del clima in partenariato
L’Alleanza per il Clima è un’associazione di città ed enti territoriali europei che hanno stabilito un partenariato con i popoli indigeni delle foreste pluviali. Questa alleanza mondiale è unita dalla preoccupazione comune per il clima del mondo. I nostri contributi per la protezione del clima si basano sull’impegno e la diversità a livello locale. Consideriamo la nostra iniziativa come parte di uno sforzo verso lo sviluppo sostenibile e l’equità nord-sud.

Nostri obiettivi
L’obiettivo dell’Alleanza per il Clima è di salvaguardare il clima globale. Nel nostro modo di vedere questo significa la riduzione delle emissioni di gas serra ad un livello sostenibile nei paesi industrializzati del nord e la conservazione delle foreste pluviali nel sud del pianeta.
Il nostro partenariato con i popoli indigeni si intende nel sostegno ai loro obiettivi. Tali obiettivi sono: ottenere i loro diritti fondamentali come popoli ed essere in grado di vivere e lavorare nel loro ambiente naturale secondo i propri concetti di sviluppo.
Con l’adesione, gli enti membri si sono impegnati per specifici obiettivi, campi di attività e misure. Questi impegni volontari sono specificati nel manifesto dell’Alleanza per il Clima (1990) e nella dichiarazione dell’Alleanza per il Clima (2000).

I nostri membri e le loro attività
Dalla sua fondazione nel 1990 più di 1600 città ed enti territoriali hanno aderito all’Alleanza per il Clima. Governi regionali e organizzazioni non governative collaborano come membri associati. I nostri partner indigeni sono rappresentati dal Coordinamento delle organizzazioni dei popoli indigeni del bacino amazzonico (COICA). Il nostro partner di cooperazione a livello globale è l’Alleanza internazionale dei popoli indigeni e tribali delle foreste pluviali (I.A.I.P.). Entrambe le organizzazioni sono impegnate nella conservazione delle foreste tropicali pluviali e la loro diversità biologica.
Le città e i governi territoriali elaborano strategie comprensive per la protezione del clima e adottano un ampio spettro di misure per la loro attuazione in particolare nei settori dell’energia e del trasporto. Contribuiscono alla conservazione delle foreste pluviali attraverso misure di sensibilizzazione e l’eliminazione dagli acquisti pubblici dei legnami tropicali provenienti da un abbattimento distruttivo.
Nella nostra visione la protezione del clima comincia con la sfera di diretta influenza dei governi locali e territoriali coinvolgendo la cooperazione delle cittadine e dei cittadini, delle associazioni e delle imprese andando ben oltre i compiti statutari.
L’Alleanza per il Clima è l’elemento di connessione tra il livello locale e territoriale e i processi internazionali della politica dei cambiamenti climatici, della biodiversità e delle foreste. Rappresentiamo gli interessi delle città e dei territori europei impegnati per la protezione del clima e sosteniamo le organizzazioni indigene nell’elaborazione delle proprie posizioni e nella promozione di queste posizioni nei processi internazionali.

Coordinamento e contatti
L’Alleanza per il Clima è coordinata dalla segreteria europea a Francoforte sul Meno in Germania con il sostegno degli uffici di coordinamento nazionali e regionali e i punti di contatto. In Italia il coordinamento nazionale è l’Alleanza per il Clima Italia onlus con sede a Città di Castello.
I compiti includono la disseminazione di buone pratiche, il sostegno dei membri con consulenze iniziali, il portare avanti progetti comuni, l’elaborazione di linee guida e proposte per azioni e la valutazione delle misure e risultati delle autorità locali. Inoltre gli uffici organizzano campagne e attività per la sensibilizzazione e informazione – un aspetto sempre più importante.

I nuovi obiettivi dell’Alleanza per il Clima (Assemblea generale dell’Alleanza per il Clima, Vienna, maggio 2006)
– I membri dell’Alleanza per il Clima si impegnano a ridurre in modo continuo le loro emissioni di gas serra
– L’obiettivo è di ridurre del 10% ogni 5 anni le emissioni di CO2
– L’importante pietra miliare di dimezzare le emissioni pro-capite (anno base 1990) è da raggiungere al più tardi entro il 2030.

Nel lungo termine, i comuni dell’Alleanza per il Clima mirano ad una riduzione dei loro gas serra attraverso il risparmio energetico, l’efficienza energetica e l’utilizzo di energie rinnovabili a un livello sostenibile di 2,5 tonnellate di CO2 equivalenti per abitante/anno.
Questi obiettivi, però, richiedono la collaborazione di tutti i livelli decisionali (Unione Europea, Stato Nazionale, Regione, Provincia e Comune) e non possono essere raggiunti esclusivamente attraverso misure negli ambiti di competenza dei comuni.
Per documentare lo sviluppo dei loro sforzi nella protezione del clima i membri dell’Alleanza per il Clima elaboreranno regolarmente un rapporto.