Alleanza per il Clima Italia è riconosciuta dalla Commissione Europea dal 28.01.2010 come Struttura di Supporto prima e Sostenitore del Covenant of Mayors dopo. Le sue attività vanno dalla redazione della Baseline Emission Inventory (BEI) ai Piani d’Azione Energia Sostenibile (SEAP). Ha messo a punto in collaborazione con un gruppo pilota il software ECORegion per la redazione della BEI.

Collabora con il coordinamento europeo di Climate Alliance – membro dell’Ufficio del Covenant of Mayors a Bruxelles (CoMO) – agli aspetti tecnici del calcolo della baseline delle emissioni, la preparazione dei Piani d’Azione Energia Sostenibile (da presentare entro 12 mesi dopo l’adesione al Patto) le regole per il monitoraggio e i rapporti biennali sull’implementazione dei SEAP e la definizione dei Benchmarks di eccellenza.

Supporta i suoi membri nelle procedure di adesione, redazione e implementazione del SEAP.
Per le città dell’Alleanza per il Clima non è difficile individuare i propri impegni: con l’adesione alla rete hanno deliberato di ridurre le emissioni di gas serra nel proprio territorio del 10% ogni quinquennio. Per i passi successivi di un piano d’azione di energia sostenibile – il coinvolgimento della società civica, la redazione di un bilancio di CO2 e il monitoraggio delle proprie attività – l’Alleanza per il Clima ha sviluppato insieme ai propri membri negli ultimi 15 anni gli strumenti operativi come la bussola del clima e un ricco patrimonio d’esperienza e know how mentre lo scambio di questi saperi è alla base della nostra rete.
Il Patto senza dubbio è una marcia in più per la salvaguardia del clima a livello locale e territoriale e un passo importante nella valorizzazione di questo livello d’attività.